INTERVISTA A SIMONA SOLBIATI, l’autentico fascino del cioccolato

Golosità, passione e attrazione per quel “cibo degli Dei” divenuto poi fulcro di una carriera in profonda ascesa. Lei è Simona Solbiati, maître chocolatier che nei punti vendita di Milano e Brescia, sotto il segno della raffinatezza e dell’eleganza, elabora e produce prestigiosi capolavori di cioccolato.

Quali sono state le tappe significative della sua vita? Qual è stato il suo background e dove nasce l’amore per il cioccolato?

Provengo da una famiglia che si occupava di tessuti; ho intrapreso gli studi di architettura e fin da bambina amavo la cucina e adoravo gustare a merenda pane e cioccolato. Una passione che è cresciuta con me e che, inizialmente, sfogavo creando in casa cioccolatini da regalare agli amici. Negli anni ho poi frequentato diversi corsi amatoriali di cucina a Milano e proprio al termine di uno di questi ho capito che il mio amore per il cioccolato doveva diventare qualcosa di più.Sono volata in Belgio dove mi sono affidata alla consulenza di un maître chocolatier che mi ha insegnato i segreti del mestiere.Nel 2009 ho aperto il mio laboratorio artigianale dove poter trasmettere, attraverso le mie creazioni, la mia passione ai clienti.

Cosa rappresenta il cioccolato per lei?

Il Cioccolato è per me sinonimo di passione.

É riconosciuta come l’architetto del cioccolato. Come riesce a far convivere gusto, design e bellezza nelle sue creazioni?

Non avrei mai pensato che i miei studi mi avrebbero aiutato a creare dolci ma, anche quando si lavora il cioccolato, occorre confrontarsi con forma, volume, composizione, proporzioni, colori e texture in modo corretto. La giusta combinazione di tutti questi fattori mi permette di dar vita a creazioni ben equilibrate.Sperimentazione e ricerca sono le parole base del mio lavoro. Bisogna sempre tenere conto che ogni varietà di cioccolato ha una gamma di aromi che lo caratterizza ed è per questo che sono sempre alla ricerca della giusta combinazione d’ingredienti che lo valorizzino; dietro ogni cioccolatino ci sono ore di ricerca per ottenere la ricetta bilanciata perfetta.

Cosa significa essere una maître chocolatier?

Avere una passione sfrenata per il cioccolato e per la sua lavorazione. M’immergo talmente tanto nel mio lavoro che a volte esco dal laboratorio a notte fonda. 

Perché secondo lei ci sono ancora pochi maître chocolatier e poche donne che si dedicano a questa professione? 

In numeri assoluti il mondo del food, degli chef e dei pasticceri, è dominato dagli uomini e le quote rosa sono decisamente una minoranza. Questo è un lavoro fisicamente duro, si trascorrono tante ore in piedi ma, nel mondo della lavorazione artigianale del cioccolato, oggi ci sono diverse figure femminili che hanno fatto del cioccolato la loro attività lavorativa. Non dimentichiamo, storicamente parlando, Luisa Spagnoli che nei primi anni del ‘900 fondò la Perugina.

Prima Milano poi finalmente Brescia ci racconta come ha maturato questa scelta?

Una cara amica mi ha fatto conoscere questo territorio,  credo in questa città e amo il suo centro storico,  così è nata la scelta di aprire in Corsia del Gambero, 10 il mio primo negozio monomarca, in un piccolo angolo delizioso di Brescia con i suoi portici eleganti.  Devo dire di essere stata accolta con grande calore e curiosità.

Tre aggettivi per raccontare la sua boutique?

Elegante, essenziale, golosa.

A che tipo di pubblico sono rivolti i suoi capolavori di cioccolato?

A tutti coloro che amano il cioccolato sia nella sua versione più tradizionale sia attraverso nuovi gusti e abbinamenti di sapori e fragranze.

Qual è il prodotto che ha inventato a cui è più affezionata?

Tra le forme nate per la Pasqua sicuramente il coniglio e la pecora Solbiati, due animaletti tipici del periodo pasquale che trovano la loro costruzione attraverso l’unione di tante uova di cioccolato. Nell’innovazione sicuramente la pralineria salata dove la ricerca di nuove sensazioni e l’attenzione particolare agli ingredienti da utilizzare sono stati propedeutici per la creazione di questa linea che propone il cioccolato e il cacao associati a verdure, cereali, pesce e carne.Gli amanti del cioccolato, e non solo, potranno sperimentare un prodotto unico ed inimitabile: praline realizzate da un guscio croccante di cioccolato fondente con un cuore morbido, ganache al tartufo bianco o al foie gras che si sciolgono in bocca, sottili sfoglie di cioccolato bianco e perle di caviale. Il connubio perfetto tra dolce e salato, un’armonia di sapori e un piacevole contrasto di consistenze.

Quali sono i punti di forza di Solbiati?

Passione, amore, professionalità e tantissima artigianalità.

Parlando di futuro invece … quali novità tiene in serbo per tutti i “chocolate lovers”?

Brescia sarà sicuramente per noi il centro di moltissime iniziative che, per il momento, non vorrei ancora svelare.

Solbiati – la boutique del cioccolato

Corsia del Gambero, 10 Brescia – Tel. 030 097 4999 – www.solbiaticioccolato.it

Total
0
Shares
Previous Article

E-GAP Station a Brescia 

Next Article

CINZIA GRASSO

Related Posts
Processing...
Thank you! Your subscription has been confirmed. You'll hear from us soon.
ErrorHere