Pasticceri e Pasticcerie d’Italia 2024 nuove insegne entrano nella Guida del Gambero Rosso 

La Lombardia super star del mondo dolci con 89 insegne, la grande riconferma di Iginio Massari, maestro indiscusso del dolce con le Tre Torte d’Oro, 9 Tre Torte, 1 Pastry Chef e 5 nuove insegne. 

Pasticceri e Pasticcerie 2024 © Francesco Vignali Photography

Da nord a sud, l’Italia può vantare una ricca tradizione di specialità dolci e grandi maestri nell’arte bianca che crescono di anno in anno come racconta Pasticceri e Pasticcerie d’Italia 2024, per il secondo anno consecutivo in collaborazione con Club Kavè – Il Club dell’Espresso Italiano, come main sponsor. Un’esplosione di deliziosi sapori, tra storiche ricette e proposte più innovative, anche grazie all’utilizzo delle più moderne tecnologie, un’attenzione crescente a gusto, salute e sostenibilità, con un ruolo sempre più importante giocato dalla comunicazione e dai social media: è questo lo scenario presentato nella 13esima edizione della Guida del Gambero Rosso.

Dolci ben decorati e ricette scenografiche che viaggiano su Instagram e TikTok, accompagnati dall’hashtag giusto, possono contribuire al successo di un prodotto o di un locale; ma, come sottolinea Laura Mantovano, Direttore editoriale della Guida “oggi essere social non basta: le forme, i colori, l’estetica, il design, debbono andare di pari passo con la concretezza e la solidità della proposta. È la tecnica, la qualità delle materie prime, la capacità di mixare intelligentemente gli ingredienti, il dosaggio sempre più oculato di zuccheri e grassi a fare un buon pasticcere. E, in Italia, abbiamo tante eccellenze: la lista degli indirizzi giusti cresce di anno in anno”.  

Sono 650 le insegne incluse nell’edizione 2024, con 60 novità, distribuite su tutto il territorio nazionale, con alcune regioni che spiccano più di altre, come il Piemonte, la Lombardia e il Veneto a nord, Campania e Sicilia a sud, dove sfogliatella o pastiera e cannolo o cassata non potevano mancare nella degustazione, che ha incluso anche una valutazione sull’ambiente e sul servizio. Locali storici, raffinati ed eleganti si mescolano alle nuove proposte, più moderne, ma ugualmente accoglienti e curate.

La corona resta a Iginio Massari, genio indiscusso e riferimento della pasticceria italiana in tutto il mondo, sempre attuale e capace di dettare mode e tendenze, cui vanno le Tre Torte d’Oro. Pasticceria Veneto, a Brescia, è la migliore in Italia da mezzo secolo. 31 sono le eccellenze che ottengono il massimo riconoscimento delle Tre Torte; e 5 sono i premi speciali assegnati.

La Lombardia

Brilla su tutte le regioni la Lombardia, sia per numero di insegne in Guida che per eccellenza di punteggio medio per l’arte dolciaria: 89 insegne, l’unico Tre Torte d’oro, 9 Tre Torte, un Pastry Chef e 5 novità.

È Iginio Massari, Tre Torte d’oro, il superpremiato fuoriclasse della Guida: volto tv, autore di libri, ma soprattutto Maestro dei Maestri, il pasticcere più amato dello Stivale e noto in tutto il globo. Da sempre la sua filosofia è semplice: non smettere mai di cercare la perfezione. Obiettivo raggiunto, come testimoniano gli oltre 300 premi vinti in carriera.

Tre torte d’Oro a:

• Pasticceria Veneto a Brescia

Fondata nel 1971, Pasticceria Veneto oggi è la capofila di una nutrita schiera di temporary e sedi in costante ampliamento. È un’impresa da titani rimanere al top per mezzo secolo, ma Massari è un vero fuoriclasse, che grazie all’impegno di tutta la famiglia e la figlia Debora ormai suo braccio destro, continua a dettare mode e tendenze. Qui croissant e brioche sfiorano la perfezione, come anche i maritozzi, vere nuvole. Nella grande vetrina i pezzi da novanta del Maestro: biscotti e mignon, impeccabili monoporzioni e torte, specialità al cioccolato. Tutto nell’inconfondibile stile Massari. Menzione speciale per i grandi lievitati, che vanno sempre a ruba.

Tre torte a:

• Pasticceria Roberto a Erbusco (BS)

Due nuove sale, un dehors di ben 500 mq: a settembre 2023 Giovanni Cavalleri ha riaperto i battenti con un locale ancora più godibile. Simbolo della pasticceria resta il fragrantissimo cannoncino che va ad amalgamarsi con una crema pasticcera che non teme confronti. Fama pressoché analoga per i macaron e le brioche del mattino.  Eccellenti e molto raffinate le torte, dalla Charlotte Russa alle spettacolari creazioni da cerimonia. Curata anche la pasticceria mignon, che fa bella mostra nel nuovo banco da esposizione. Tra i dolci da forno, una soave torta di rose, la sbrisolona e la piemontese alle nocciole, oltre a golosissimi biscotti (da provare le rose del deserto). Di alto livello le specialità al cioccolato. Ottimi gli stuzzichini per light lunch e aperitivi, in alternativa inappuntabile ristorante alla carta

• Dolce Reale a Montichiari (BS)

I tavoli esterni riparati dal verde delle siepi anticipano un locale lineare tutto nei toni del bianco, sempre in perfetto ordine. Precisione e rigore sono infatti parole d’ordine per il maître pâtissier Maurizio Colenghi, e raccontano molto anche dei suoi dolci. I classici mignon sono impeccabili, come si può evincere dall’assaggio dei bignè (cioccolato 71%, nocciola di Langa, chantilly, allo zabaione), delle tartellette con frutta, dei golosi trancetti. 

Di grande maestria la lavorazione del cioccolato, declinato in una curatissima pralineria e dolci come mini Sacher o fiamme al fondente 71%. Tra le torte alcuni imperdibili, come Martina (pan di Spagna al cioccolato con bavarese allo zabaione) e Mikibi, biscuit al caffè con crema al mascarpone. Eccellenti i grandi lievitati, al pari di croissant, pain au chocolat, torte di rose, veneziane.

Total
0
Shares
Previous Article

STEFANO LUONGO la vita non si gioca solo in vasca

Next Article

GHITTI l’ottica di valore dal 1994 a Villa Carcina e Adro

Related Posts
Leggi di più

atCarmen

il Successo che parte dalla Franciacorta É una passerella “Haute Gourmet” quella che Carmen Moretti  e Martino de…
Leggi di più

Franco Ziliani

É MANCATO A NOVANT’ANNI IL 26 DICEMBRE 2021. PIONIERE DELLA FRANCIACORTA, PATRON DEL FRANCIACORTA Scrive Alessandro Cheula Della…
Processing...
Thank you! Your subscription has been confirmed. You'll hear from us soon.
ErrorHere